Area della Mediateca Montanari - Fano
DESCRIZIONE

Nel 1899, in seguito alla demolizione del cinquecentesco convento di San Filippo per far posto alla Scuola “Luigi Rossi”, vennero alla luce diverse strutture murarie di età romana (in seguito per la maggior parte reinterrate), frammenti di epigrafi, elementi architettonici e una serie di sculture, conservate presso il locale Museo Civico, due delle quali raffigurano l’imperatore Claudio e probabilmente il figlio Britannico.

Furono rinvenute le basi di una ventina di colonne disposte lungo tre lati che formavano certamente un peristilio di forma quadrangolare circondato da un portico e murature pertinenti ad uno o più edifici posti in connessione con i vicini cardo e decumano massimi della città. Tali resti vennero in passato interpretati come una palestra con zona termale, oppure come macellum.

La ricerca venne ripresa nel 2006 quando si intrapresero i lavori per la trasformazione dell’edificio scolastico in un centro multimediale (la Mediateca Montanari); fu l’occasione per riprendere le indagini archeologiche con metodo stratigrafico a cura dell’Università di Bologna e grazie al contributo della Fondazione Montanari.

In questo contesto l’edificio principale messo in luce è stato interpretato come un Augusteo, edificio destinato al culto dinastico degli imperatori, con vestibolo di accesso e cella pavimentata con lastre marmoree e lungo bancone per le statue di culto lungo il muro di fondo.

 

Oscar Mei

MULTIMEDIA

Nei Dintorni

Come arrivare

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.104 secondi - Powered by Simplit CMS