Museo del Territorio 'Lorenzo Mannozzi-Torini' - Acqualagna
DESCRIZIONE

Il Museo del Territorio “Lorenzo Mannozzi-Torini” propone un itinerario conoscitivo della Riserva Statale Naturale Gola del Furlo dal punto di vista ambientale, paesaggistico e culturale. E' situato all'interno del Centro visite della Riserva, dove possibile ricevere materiale informativo, acquistare pubblicazioni e prenotare escursioni. L’entrata è gratuita.

 

Il Percorso museale

 

Sala 1 - Il plastico della Riserva

Il percorso del Museo inizia con un grande plastico in scala 1:5000, che riproduce fedelmente l’intero territorio protetto della Riserva, offrendo una visione d’insieme delle caratteristiche geomorfologiche e botanico-vegetazionali di quest'area, insieme ai borghi e alle principali strutture architettoniche.

 

Sala 2 – Le rocce del Furlo

Proseguendo nel percorso, si accede ad una saletta dedicata alle rocce del Furlo e alla sua storia geologica e paleontologica. In questa sala è allestita una vera e propria successione stratigrafica dei Monti del Furlo, costituita da una serie di campioni di rocce e ammoniti che raccontano una storia che risale a oltre 200 milioni di anni fa.

 

Sala 3 – I fossili del Furlo

Dopo la sala delle rocce si accede alla sezione dei fossili dove è possibile ammirare una ricca collezione di ammoniti rinvenuti nei Monti del Furlo, rigorosamente classificati e suddivisi secondo criteri sistematici e cronologici.

 

Sala 4 – La fauna del Furlo

Superata la sala dei fossili, si accede alla sezione faunistica del museo in cui sono esposti numerosi esemplari appartenenti alle classi di uccelli e mammiferi che abitano il territorio del Furlo. Alcuni di essi sono esposti in un grande diorama che riproduce l’habitat naturale della Riserva. Tra gli animali esposti i più rappresentativi sono l’aquila reale, il gufo reale, vari esemplari di rapaci diurni e notturni, mustelidi e, infine, i lupi appenninici, collocati all'interno di una struttura verticale alta più di 4 metri.

Nota sugli animali del Museo: nessuno degli animali tassidermizzati è stato ucciso con lo scopo di essere esibito in questo Museo. Tutti gli animali esposti sono morti naturalmente e sono stati donati da enti di conservazione della fauna e da appassionati.

 

Sala 5 - Sala Multimediale

Lungo il percorso si trovano anche sei postazioni multimediali interattive che consentono di apprendere molte informazioni sulla Riserva in modo esperienziale.

 

Sala 6 –Il lavoro dell’uomo nelle cave del Furlo

Nell’ultima sala espositiva, posta al piano primo, è presente un diorama che riproduce le attività dei cavatori e degli scalpellini nella grande cava del Monte Pietralata, come avveniva negli anni 30 del secolo scorso. Completa la sala un'esposizione degli attrezzi da lavoro utilizzati dai cavatori e dagli scalpellini.

MULTIMEDIA

Nei Dintorni

Come arrivare

HTML 4.01 Valid CSS Pagina caricata in: 0.946 secondi - Powered by Simplit CMS